Tecno finanzia il restauro di "San Domenico che istituisce il Rosario" del Tiepolo

Sono stati il Presidente di Confindustria Vincenzo Boccia e l'Amministratore Delegato di Borsa Italiana Raffaele Jerusalmi a partecipare a Milano a Piazza Affari, nella sede di Borsa Italiana, alla presentazione di "San Domenico che istituisce il Rosario" del Tiepolo restaurato grazie al contributo di Tecno (http://www.tecnosrl.it) per il progetto Rivelazioni - Finance for Fine Arts promosso da Borsa Italiana per le Gallerie dell’Accademia di Venezia.   Un progetto che promuove la collaborazione tra privati e istituzioni per la raccolta di risorse destinate al restauro e alla digitalizzazione di opere d’arte dei più importanti musei italiani. Una volta restaurate, le opere restano in mostra temporanea nella Galleria BIG a Piazza Affari, per poi tornare alle Gallerie dell’Accademia, ed essere ammirate nel loro nuovo splendore dai turisti che ogni anno visitano le Gallerie.

"Siamo orgogliosi - dichiara il fondatore di Tecno Giovanni Lombardi - di aver partecipato al progetto di Borsa Italiana per restaurare un'opera per le Gallerie dell’Accademia di Venezia.
La crescita del nostro gruppo è fortemente legata al successo avuto nel Triveneto e ci fa piacere con quest'iniziativa aver supportato un'istituzione così importante come le Gallerie.”
“Questo progetto - continua Lombardi - ha un valore importante per Pmi come Tecno. Le PMI italiane, infatti, possono offrire un grande contributo alla valorizzazione del nostro patrimonio artistico e culturale, in una logica di investimento sostenibile per l’azienda e per il Paese. Rivelazioni semplifica la relazione tra azienda e museo, aggiungendo valore ad entrambi i soggetti e si è quindi dimostrata una piattaforma ottimale per le attività di mecenatismo di Pmi come Tecno."

L'azienda, fondata nel 1999 dall'imprenditore Giovanni Lombardi, è leader nei servizi alle imprese per il risparmio energetico e la sostenibilità ambientale in chiave di Industria 4.0.
Tecno, che ha il suo quartier generale a Napoli alla Riviera di Chiaia in Palazzo Ischitella, e sedi a Milano, Bologna, Berlino e Parigi, è molto attenta al mondo della cultura. Quest'anno, tra l’altro, ha finanziato l'app dedicata alla mostra napoletana su Picasso, organizzata dal Museo di Capodimonte.

Nel 2005 Tecno ha creato la divisione dedicata alla realizzazione di interventi di risparmio energetico ed è stata una delle prime aziende italiane a conseguire la qualifica di ESCo - Energy Service Company – accreditandosi presso l'AEEG (Autorità Energia Elettrica e Gas), per certificare gli interventi energetici.
Testimonianza dell’impegno e dei successi di Tecno sono anche riconoscimenti come la menzione speciale per il “Premio per l’innovazione” di Confindustria ottenuta nel 2013, dopo essere stata finalista per lo stesso Premio già nel 2011, e per il “Confindustria Awards for Excellence Andrea Pininfarina”.

 

STAMPA QUESTO ARTICOLO PER LA TUA RASSEGNA CARTACEA

 

Invia questo articolo ad un Amico

Quotidiano Economico Online www.calabriaeconomia.it
10 aprile 2018


condividi

googleplus twitter

In Evidenza