Operatori turistici di Diamante, incontro con Musmanno. Chiesta una fermata del Frecciabianca

Molto soddisfatti gli operatori aderenti al Consorzio Operatori Turistici di Diamante e Riviera dei Cedri per il lavoro che il Consorzio porta avanti alacremente, e nel novero delle varie iniziative programmate, si inserisce anche l’incontro organizzato nel fine settimana appena trascorso  presso l’Hotel dei Focesi di Diamante con l’assessore regionale alle Infrastrutture Roberto Musmanno. Erano presenti, oltre ad una nutrita platea di operatori turistici fortemente interessati alla questione trasporti e collegamenti con i principali snodi ferroviari, anche il sindaco di Scalea Gennaro Licursi e il senatore Ernesto Magorno. Tema principale dell’incontro è stata la richiesta da parte degli operatori della cittadina Tirrenica, nota non solo come città dei murales e del peperoncino, ma anche come uno dei Borghi Marinari più belli d’Italia, una fermata del Frecciabianca nella stazione di Scalea a partire già da Giugno p.v. per dare modo alle migliaia di turisti che affollano il territorio della Riviera dei Cedri di avere una possibilità in più per raggiungere questa meta che si colloca oramai al primo posto tra le mete turistiche più richieste della Calabria. L’assessore Musmanno nella sua eloquente e chiara esposizione delle questioni, ha chiarito innanzitutto che le Frecce sono servizi a mercato di Trenitalia e che nessuna possibilità hanno le Regioni di intervenire nel merito di fermate e gestione dei servizi anche perché i tempi oramai troppo avanti nella definizione degli orari estivi, non lasciano spazi di manovra, ma nel corso della discussione l’assessore ha chiarito che il nuovo contratto generale dei servizi dei trasporti su rotaie in discussine a breve con Trenitalia, contiene già la richiesta di una fermata del Frecciargento su Scalea che la colleghi con Salerno punto di snodo per il raggiungimento di ogni località con un biglietto integrato Freccia-Intercity, ma  che per i tempi necessita aspettare il prossimo autunno. Nel corso dello stesso incontro gli operatori del Consorzio hanno rappresentato all’Assessore anche la necessità di un collegamento della Riviera dei Cedri con l’aeroporto di Lamezia, interessando anche i comuni in un progetto cofinanziato da Regione e comuni attraverso i fondi della tassa di soggiorno che gli operatori versano ogni anno alle casse comunali. Un’altra proposta molto interessante è venuta fuori dall’incontro, l’istituzione del ‘Riviera dei Cedri Express’. Un progetto pilota, che pensato per la costa Jonica, dove il servizio ferroviario è quasi inesistente, è estendibile in tempi celerissimi, anche per questa estate, si tratta di pacchetti turistici omniacomprensivi del biglietto del treno e delle visite guidate a luoghi e siti d'interesse culturale nell’intero territorio, per innescare i meccanismi che certamente aiutano le località della Riviera soprattutto nello destagionalizzare l’offerta turistica, La Regione partecipa con un rimborso a numero di presenze ai Comuni. Un'iniziativa all inclusive di una seria di servizi complementari, alberghi, ristoranti, biglietti d’ingresso ai musei e ai siti da visitare, raggiungibili con i mezzi già in dotazione a tanti comuni come gli scuolabus.
 
 

 

STAMPA QUESTO ARTICOLO PER LA TUA RASSEGNA CARTACEA

 

Invia questo articolo ad un Amico

Quotidiano Economico Online www.calabriaeconomia.it
14 maggio 2018


condividi

googleplus twitter

Copertina