Confindustria Crotone: la gestione unitaria degli scali aeroportuali calabresi stenta a decollare

“Le recenti vicende che hanno interessato l'aeroporto di Crotone, con la
cancellazione dei voli programmati da parte della Flyservus, la compagnia
commerciale privata selezionata dalla Sacal ed il Notam sulla mancanza di
rifornimento per gli aeromobili, appaiono sintomatiche della carenza di un
effettivo disegno strategico e tende a generare forti dubbi circa la capacità
dell'attuale soggetto gestore di affrontare con efficacia il compito affidatogli", si
esprime così il Presidente di Confindustria Crotone, Michele Lucente,
all'indomani dell'incontro avuto in Comune con il Sindaco di Crotone.

Dopo aver comunicato che Confindustria Crotone aderisce alla manifestazione
indetta per il 19 gennaio presso la Sacal a Lametia Terme, il presidente Lucente
ha proseguito affermando che "intendiamo mantenere in questa vicenda un
atteggiamento costruttivo e propositivo ma non possiamo permettere che si
giochi con le aspettative di sviluppo della fascia ionica calabrese. Serve
chiarezza su strategie, obiettivi, mezzi e la disponibilità di un management in
grado di conseguire risultati misurabili. Al Presidente Oliverio che poche
settimane fa a Crotone ha annunciato importanti investimenti nel nostro
territorio, chiediamo di sostanziare il tutto con fatti concreti ed in tempi
brevissimi".

Anche il Presidente di Unindustria Calabria Natale Mazzuca è intervenuto sulla
questione, ribadendo l'attenzione e la preoccupazione con la quale gli
industriali calabresi seguono le vicende relative all'integrazione ed allo sviluppo
degli scali aeroportuali di Lamezia Terme, Reggio Calabria e Crotone.
"E' tempo di mettere in campo le risorse pregevolmente previste nel Patto per la
Calabria anche per la parte destinata al sistema aeroportuale calabrese - ha
detto Natale Mazzuca - con particolare riferimento agli interventi sulle tre
aerostazioni ed alle risorse finalizzate alla promozione ed alla competitività".
"Per dare alla Calabria effettive chance di sviluppo, serve un sistema
aeroportuale efficiente ed integrato. E' necessario che la politica faccia scelte
che sappiano coniugare gestione efficiente e duratura con obiettivi tesi a restituire al sistema economico ed ai calabresi il diritto alla mobilità.

Quello che chiediamo al Presidente Oliverio - ha concluso il Presidente di Unindustria
Calabria - è di seguire direttamente gli iter in corso relativi al bando sulla
campagna di advertising e l'avviso pubblico per la concessione di contributi
alle compagnie aeree per l'attivazione di collegamenti dagli aeroporti
calabresi".

 

STAMPA QUESTO ARTICOLO PER LA TUA RASSEGNA CARTACEA

 

Invia questo articolo ad un Amico

Quotidiano Economico Online www.calabriaeconomia.it
10 gennaio 2018


condividi

googleplus twitter

Copertina