All’Unical si presenta il Mude Calabria il servizio che semplifica le pratiche edilizie

Il Mude, Modello Unico Digitale per l’Edilizia, è un servizio che nasce con l’obiettivo di dematerializzare il processo edilizio, consentendo ai cittadini ed ai professionisti di presentare agli sportelli edilizi comunali istanze per la realizzazione di interventi in modalità completamente informatizzata: domande di CIL, SCIA e DIA con relativi allegati e le eventuali successive istanze collegate nell’ambito del ciclo dell’intervento edilizio di fine lavori, collaudo e richiesta di agibilità. La Regione Calabria, tra le prime in Italia, ha deciso di adottare questo servizio avvalendosi delle competenze dell’Università della Calabria, e, in particolare, del Laboratorio di Documentazione, del dipartimento Lise, e del dipartimento Dinci. Il workshop di presentazione del progetto, si terrà martedì 26 settembre nella Sala stampa, presso l’Aula Magna dell’Università della Calabria, a partire dalle ore 10.

Il programma prevede i saluti di: Gino Mirocle Crisci, rettore Unical, Roberto Guarasci, Direttore Dipartimento LISE, Unical, Enrica Massella Ducci Teri per AgID, Franco Rossi, assessore Pianificazione territoriale e urbanistica della Regione Calabria, Orsola Reillo, Direttore generale dipartimento ambiente e territorio della Regione Calabria, Domenico Bruno del Dipartimento Dinci dell’Unical.

Subito dopo i saluti, sarà presentato il progetto Mude Calabria a cura di Antonio De Marco per la Regione Calabria e della professoressa Anna Rovella dell’Unical. Seguirà la tavola rotonda dal titolo “I mattoni dell’edilizia digitale”, che sarà coordinata dal professore Roberto Guarasci, con gli interventi di Maria Pia Giovannini, Gianluca Callipo, Francesco Venneri, Giuseppe Iiritano, Francesco Tarsia, Alfredo Pellicanò, Carmelo Gallo, Pasquale Costabile, Francesco Fragale, Francesco Di Leo, Francesco Cufari, Francesco Azzato. 

 

STAMPA QUESTO ARTICOLO PER LA TUA RASSEGNA CARTACEA

 

Invia questo articolo ad un Amico

Quotidiano Economico Online www.calabriaeconomia.it
25 settembre 2017


condividi

googleplus twitter

In Evidenza