Bando per l’area marina protetta “Capo Rizzuto”

 L’Assessore regionale  all’Ambiente  Antonella Rizzo ha reso noto che si è conclusa la procedura amministrativa, che ha portato alla definizione di un articolato programma di interventi finalizzati alla tutela e alla valorizzazione degli ecosistemi dell’Area marina protetta di Capo Rizzuto. “Com’è noto – ha detto l’Assessore Rizzo – il Dipartimento “Ambiente” ha assunto la responsabilità diretta dell’Area protetta, a seguito di un recente Decreto, emanato, di concerto, con il Ministero dell’Ambiente. Il nuovo assetto gestionale è destinato a dare nuovo impulso e rilancio alla potenzialità turistica di un territorio di straordinaria valenza ambientale ed archeologica. È stato pubblicato, infatti, un nuovo Avviso dalla Regione , in attuazione dell’asse 6 del Por 2014-2020, volto al finanziamento di interventi per tutelare gli habitat e le specie della Rete Natura 2000 presenti nell’Area marina protetta “Capo Rizzuto”, in preinformazione, sul sito regionale “Calabria Europa”. Al bando, possono presentare proposte per realizzare interventi,  le associazioni ambientaliste, senza fine di lucro e che non esercitano attività economica, con comprovata esperienza nel settore della tutela ambientale antecedente alla data della pubblicazione dell’avviso pubblico. “L’area marina protetta “Capo Rizzuto” – ha detto  il Presidente della Regione, Mario Oliverio - è un tesoro da custodire e da valorizzare. Sosteniamo concretamente il prezioso lavoro delle associazioni ambientaliste nella diffusione di buone pratiche come la rimozione di rifiuti dal mare e la salvaguardia delle specie protette, con l’obiettivo ulteriore di sensibilizzare i cittadini attraverso azioni concrete e tangibili. Dopo l’azione rivolta alle aree protette e alle riserve naturali dei parchi, continuiamo ad investire sulla tutela delle nostre bellezze paesaggistiche”. L’avviso ha una dotazione finanziaria di trecentomila euro e sostiene misure per la tutela degli habitat e delle specie della Rete Natura attraverso quattro tipologie di intervento: Azioni per la rimozione straordinaria dei rifiuti sui fondali e sui SIC Costieri dell’Area Marina Protetta (AMP); Azioni concrete a sostegno di specie ed habitat presenti all’interno delle aree Natura 2000 dell’AMP “Capo Rizzuto”; Realizzazione strutture di ripopolamento per la tutela degli habitat e specie marine dell’AMP; Azioni integrate a sostegno del Centro Recupero Tartarughe Marine (CRTM)/Aquarium dell’AMP “Capo Rizzuto”. Il contributo massimo concedibile per ogni progetto a valere sulle prime tre azioni è di 60 mila euro. Esclusivamente per la tipologia di intervento a sostegno del Centro recupero Tartarughe marine e dell’Aquarium il contributo massimo concedibile per ogni progetto è di 120 mila euro. L’intensità del contributo pubblico concedibile è pari al 100% delle spese ammissibili. Sono ammissibili al finanziamento soltanto le spese sostenute a partire dal giorno successivo alla presentazione delle domande che devono  essere strettamente commisurate allo svolgimento delle attività previste. Le tipologie di spese ammissibili, come meglio specificato nell’avviso, riguardano investimenti, personale interno o personale contrattualizzato per la realizzazione del progetto, acquisizione di servizi da parte di terzi. L’avviso pubblico è in preinformazione nella pagina dedicata, su “Calabria Europa”, per consentire ai soggetti interessati di prenderne adeguata visione prima della pubblicazione ufficiale.  http://calabriaeuropa.regione.calabria.it/website/bando/329/index.html

 

STAMPA QUESTO ARTICOLO PER LA TUA RASSEGNA CARTACEA

 

Invia questo articolo ad un Amico

Quotidiano Economico Online www.calabriaeconomia.it
7 agosto 2017


condividi

googleplus twitter

Copertina