Grande successo del Liceo Scientifico “L. Siciliani” all’XI trofeo internazionale di Robotica “RomeCup 2017”

Per la prima volta nella sua storia, il liceo catanzarese ha partecipato a una competizione di tale genere, ottenendo risultati molto lusinghieri e apprezzamenti da parte del pubblico dei visitatori e degli esperti del settore, raccogliendo consenso per le idee proposte, giovani e fresche eppure attente all’ambiente e all’impatto che le tecnologie possono avere sul mondo.
 
Particolare successo ha riscosso il prototipo della mano robotica ideata e realizzata da Francesco Brescia (4A) utilizzando per il 90% materiale di riciclo come tappi di bottiglia, fili per la pesca, sensori fatti in casa e micro-controllori low cost come Arduino 0.
 
Apprezzato anche il prototipo di ragno robot, anch’esso realizzato in parte con materiali riciclati e in parte con prodotti di elettronica low cost, in grado di muoversi in tutte le direzioni, alzarsi e abbassarsi.
 
I giovani makers del Siciliani hanno potuto anche partecipare a seminari e conferenze sull’utilizzo creativo di microcontrollori come Arduino e di strumenti di programmazione come Labview, un linguaggio di programmazione visivo, e Arduino Ide.
 
I risultati più che lusinghieri riportati, anche in qualità di unico istituto calabrese a partecipare alla manifestazione, hanno convinto docenti e dirigenza dell’importanza di proseguire su questa strada sviluppando nuovi progetti e nuove strategie educative attraverso il coding, la robotica e l’informatica educative.

 

STAMPA QUESTO ARTICOLO PER LA TUA RASSEGNA CARTACEA

 

Invia questo articolo ad un Amico

Quotidiano Economico Online www.calabriaeconomia.it
20 marzo 2017


condividi

googleplus twitter

In Evidenza