Credito d'imposta per imprese che investono in formazione 4.0. La soddisfazione di Enza Bruno Bossio

Esprimo grande soddisfazione per la decisione assunta dal Governo di aver voluto  prevedere, all'art.8 della proposta di Legge di Stabilità, un credito di imposta  del 40 per cento per tutte le imprese che decidono di investire in formazione 4.0.
Questa misura, che interviene nel settore strategico del rafforzamento delle competenze digitali nella prospettiva di Industria 4.0, era stata da me proposta nel corso delle giornate di Ey Capri lo scorso 5 ottobre.
Sono particolarmente felice che non sarà necessario presentare emendamenti e la misura si trovi già nel testo base sul quale oggi inizia l’iter al Senato.
Il nostro Paese non potrà competere se non vincerà la sfida della implementazione delle nuove competenze digitali, come ci ha ricordato l'OCSE che ci ha segnalato proprio il divario tra domanda e offerta di lavoro e gli effetti che questo divario produce sulle nostre imprese.
Con Scuola 4.0 e con il credito di imposta, che sarà approvato nella legge di stabilità, oggi  compiamo un deciso passo in avanti nella direzione giusta.
Piuttosto che attardarsi nel lamento su fantasiosi scenari di robot che mangiano il lavoro dei nostri giovani, questi provvedimenti ci offrono un concreto strumento per affrontare e cogliere fino in fondo le grandi opportunità che la rivoluzione digitale quotidianamente offre e ci permette di lavorare su concrete prospettive di sviluppo e di occupazione per le nostre ragazze e per i nostri ragazzi.

 

STAMPA QUESTO ARTICOLO PER LA TUA RASSEGNA CARTACEA

 

Invia questo articolo ad un Amico

Quotidiano Economico Online www.calabriaeconomia.it
1 novembre 2017


condividi

googleplus twitter

In Evidenza