Calabria: gestione Terina e futuro lavoratori, Nesci e Parentela (M5S) chiedono incontro urgente a Oliverio e Viscomi

I deputati M5s Dalila Nesci e Paolo Parentela hanno inviato una richiesta di incontro al governatore della Calabria, Mario Oliverio, e al suo vice, Antonio Viscomi, per conoscere l'indirizzo della Regione sul futuro della Fondazione Terina e dei suoi lavoratori. I parlamentari 5 stelle hanno scritto: «La vita della Fondazione Terina è ancora segnata dai soliti problemi: sistematici ritardi nel pagamento degli stipendi, mancanza di mezzi, linea e orizzonte. A questo si aggiunge il fatto che vi è un problema ineludibile circa la dirigenza, non potendo proseguire la gestione commissariale in capo al dirigente Tommaso Loiero, pensionato». Da qui, hanno precisato i parlamentari, «la presente richiesta di un nuovo incontro urgente» con i due vertici della Regione Calabria, avendo gli stessi deputati 5 stelle «sempre seguito le vicissitudini e le sofferenze dei lavoratori della Fondazione Terina». «È il momento – rilanciano Nesci e Parentela, in un comunicato stampa – che la Regione Calabria indichi e segua un percorso certo e possibile per recuperare le risorse pubbliche della Fondazione Terina. Bisogna partire dalla ricollocazione del personale; parte del quale, come promesso l'anno scorso dal governatore Oliverio, va destinato ai servizi per l'agroalimentare. È però necessaria la volontà di superare in concreto quelle barriere politiche e logiche di potere che hanno sempre rappresentato un impedimento molto costoso per l'attività della Fondazione, ente strumentale della Regione Calabria». 

 

STAMPA QUESTO ARTICOLO PER LA TUA RASSEGNA CARTACEA

 

Invia questo articolo ad un Amico

Quotidiano Economico Online www.calabriaeconomia.it
14 marzo 2017


condividi

googleplus twitter

In Evidenza